Studio Commercialista del Dott. Alessandro Coluzzi
                     Dottore Commercialista - Revisore Contabile
      email:[email protected] -  Cell. 3807533192

   

   
   
                            COMMERCIALISTA ONLINE
                          Dottore Commercialista e Revisore Contabile


RATEAZIONE DEGLI AVVISI BONARI

Dopo la notifica di una comunicazione di irregolarità (c.d."avviso bonario) a seguito di controllo automatico(art.36-bis DPR. 600/73) o di controllo documentale(art. 36 ter del DPR. 600/73), il contribuente può regolarizzare la propria posizione pagando tramite F24, l'imposta omessa altre alle sanzioni ridotte e ai relativi interessi.
Il versamento deve essere effettuato entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione e può avvenire in un'unica soluzione oppure ratealmente con un massimo di 6 rate trimestrali  se l'importo è inferiore a € 5.000,00 oppure con massimo 20 rate trimestrali  per importi superiori.
Tuttavia nel caso ci si avvalga della rateazione,occorre rispettare determinate condizioni al fine di non vedersi disconoscere il beneficio della rateazione.
Il mancato pagamento della prima rata, entro il termine di 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, ovvero anche di una sola delle rate diverse dalla prima entro il termine di pagamento della rata successiva, comporta la decadenza dalla rateazione e l'automatica iscrizione a ruolo di tutti gli importi non ancora versati. 
In tal caso, l'Agente della Riscossione provvederà decorsi 180 giorni all'emissione di una cartella di pagamento. 
L'iscrizione a ruolo non verrà eseguita se il contribuente effettua il versamento della rata omessa entro il termine di pagamento della rata successiva avvalendosi dell'istituto del "ravvedimento operoso".
Per effettuare il ravvedimento operoso il contribuente deve versare oltre al tributo omesso, le sanzioni e gli interessi.
Quando si effettua un ravvedimento operoso è importante fare attenzione ai codici tributo da utilizzare ed indicare nella sezione Erario dell'F24, riportando l'anno di riferimento . In particolare i codici tributo da utilizzare sono:

Codice tributo "8929" - Ravvedimento su importi rateizzati a seguito dei controlli automatizzati effettuati ai sensi degli artt. 36-bis DPR. n. 600/73 e 54-bis DPR. n. 633/72 - art. 3-bis,c. 4bis, dlgs. n. 462/97 - SANZIONE"

Codice tributo "1980" - Ravvedimento su importi rateizzati a seguito dei controlli automatizzati effettuati ai sensi degli artt. 36-bis DPR. n. 600/73 e 54-bis DPR. n. 633/72 - art. 3-bis,c. 4bis, dlgs. n. 462/97 - INTERESSI" 

Si veda :