Studio Commercialista del Dott. Alessandro Coluzzi
                     Dottore Commercialista - Revisore Contabile
      email:[email protected] -  Cell. 3807533192

   

   
   
                            COMMERCIALISTA ONLINE
                          Dottore Commercialista e Revisore Contabile


Correzione di un Modello 730

Per correggere un modello 730 il contribuente può presentare un modello 730 integrativo, ovvero un modello Unico correttivo nei termini.

A tal fine è possibile distinguere tra:

  • Modello 730 integrativo;
  • Modello Unico correttivo nei termini;

Modello 730 integrativo


Il 730 integrativo può essere di:

  • tipo " 1" nei casi in cui il contribuente riscontri un errore o un'omissione che comporti un maggior credito o un minor debito o per correggere errori che non modificano la liquidazione dell'imposta;
  • tipo " 2" nel caso in cui la rettifica riguardi esclusivamente il Sostituto di imposta;
In tali casi il contribuente dovrà presentare entro il 25 ottobre un nuovo modello 730 per integrare o correggere tali dati, indicando il codice 1 o 2 nella relativa casella "730 integrativo" presente nel frontespizio.

  • tipo " 3 " se riguarda entrambi i casi sopra descritti.
Il modello 730 integrativo va presentato sempre da un Caf o da un professionista abilitato, anche nel caso in cui il contribuente abbia provveduto personalmente alla compilazione del 730 originario.




 

Compilazione del Quadro F sezione VII (Dati da indicare nel modello 730 integrativo)


Nel caso si sia indicato il codice " 1" nel frontespizio del 730 integrativo la compilazione del quadro F avverrà nel seguente modo:

  • Indicare nella colonna 1 del rigo F9 l'importo del credito Irpef rimborsato dal Sostituto che risulta dal prospetto di liquidazione Mod. 730-3 3016 originario;
  • Indicare nella colonna 2 del rigo F9 l'importo del credito relativo all'addizionale regionale all'Irpef rimborsato che risulta dal prospetto 730-3 2016 originario (rigo 92 colonna 5 del 730-2016 oppure in caso di dichiarazione congiunta l'importo del rigo 112 colonna 5 del 730-3 2016;
  • indicare nella colonna 3 del rigo F9 l'importo del credito relativo all'addizionale comunale rimborsata dal Sostituto e che risulta dal prospetto di liquidazione 730-3 2016 (rigo 93 colonna 5 del 730-3 2016, oppure in caso di dichiarazione congiunta l'importo del rigo 113, colonna 5 del 730-3 2016;
  • indicare nella colonna 4 del rigo F9 l'importo del credito relativo alla cedolare Secca rimborsata dal Sostituto e che risulta dal prospetto di liquidazione 730-3 2016 (rigo 99 colonna 5 del 730-3 2016, oppure in caso di dichiarazione congiunta l'importo del rigo 119, colonna 5 del 730-3 2016;








Rigo F10 - Crediti utilizzati con il modello F24 per il versamento di altre imposte

A) Nel caso in cui sia stato indicato nella colonna 4 del rigo 91del modello 730 originario, un credito Irpef che entro la data di presentazione del 730 integrativo è stato utilizzato poi in compensazione con il modello F24 per il versamento di altre imposte, occorrerà indicare l'ammontare del credito irpef utilizzato in compensazione nel rigo F10 colonna 1;
B)  Nel caso in cui sia stato indicato nella colonna 4 del rigo 92 del modello 730 originario, un credito di addizionale regionale che entro la data di presentazione del 730 integrativo è stato utilizzato poi in compensazione con il modello F24 per il versamento di altre imposte, occorrerà indicare l'ammontare del credito di addizionale regionale utilizzato in compensazione nel rigo F10 colonna 2;
C) Nel caso in cui sia stato indicato nella colonna 4 del rigo 93 del modello 730 originario, un credito di addizionale comunale che entro la data di presentazione del 730 integrativo è stato utilizzato poi in compensazione con il modello F24 per il versamento di altre imposte, occorrerà indicare l'ammontare del credito addizionale comunale utilizzato in compensazione nel rigo F10 colonna 3;
D) Nel caso in cui sia stato indicato nella colonna 4 del rigo 99 del modello 730 originario, un credito di cedolare Secca che entro la data di presentazione del 730 integrativo è stato utilizzato poi in compensazione con                il modello F24 per il versamento di altre imposte, occorrerà indicare l'ammontare del credito di cedolare Secca che è stato utilizzato in compensazione nel rigo F10 colonna 4;

Modello Unico correttivo nei termini

La scelta per la compilazione di un modello Unico correttivo nei termini può essere:

  • facoltativa, nel caso in cui la rettifica comporti un maggior credito o un minor debito, in questo caso la scelta è alternativa al 730 integrativo;
  • obbligatoria, nel caso in cui la rettifica comporti un maggior debito o un minor credito.
In quest'ultimo caso nel modello Unico PF, dovrà essere compilato il rigo RN42, al fine del ricalcolo corretto della liquidazione dell'imposta, indicando quanto riportato nel rigo 91 del modello 730-3 2016;


Trascorso il termine previsto per l'invio della dichiarazione correttiva nei termini, è possibile presentare una dichiarazione integrativa.